Come imparare l’analisi tecnica da zero

Che cos’è l’analisi tecnica? L’analisi tecnica utilizza tabelle e grafici per analizzare I movimenti  nei dati di mercato per predire gli andamenti del future. Molti trader che speculano su materie prime e altri strumenti usano l’analisi tecnica quando vanno a fare trading con i broker CFD . Ecco qui di seguito una guida su come imparare l’analisi tecnica.

Volendo essere brevi e arrivando direttamente al succo possiamo dire che, l’analisi tecnica è semplicemente lo studio della domanda  e dell’offerta. Se riesci a capire i benefici e le limitazioni dell’analisi tecnica, essa puo regalarti una nuova serie di tecniche e strumenti  che ti potrebbero aiutare a diventare un investiture o un trader migliore. Tieni a mente che l’analisi tecnica è messa in atto da esseri umani, non si tratta di una scienza esatta, e per questo non è sempre perfetta. Se vuoi saperne di più sull’analisi tecnica, dai un occhiata a questo.



Acquisisci una certa comprensione

Il primo passo per imparare l’analisi tecnica è quello di accumulare una certa comprensione dei concetti chiave, cosa anche è meglio imparare leggendo libri, prendendo corsi online o tramite persone fisiche, o leggendo nei siti educative che trattano proprio di questi argomenti. Mentre ci sono un sacco di libri dedicati al trading online, molti di questi sono stati resi obsoleti dal tempo diventando inutili per i trader novizi che stanno appena imparando come fare trading.

È importante tenere a mente che in giro ci sono molti corsi dedicati al trading online che permettono risultati spettacolari usando tattiche di vendita ad alta pressione. I trader novizi dovrebbero evitare di prendere spunto da questi siti per cercare corsi che insegnino solo le parti fondamentali. I trader più di successo sviluppano il proprio sistema di trading e le proprie tecniche personali nel corso del tempo. Dopo tutto, dopo tutto le compagnie che offrono sistemi di trading incredibili non li venderebbero se fossero davvero cosi fruttuosi. Leggi il seguente articolo per vedere gli andamenti del grafico con il bond

Cos’è un grafico?

Un grafico azionario non è altro che una rappresentazione visiva del prezzo o l’indice in un certo periodo di tempo di una garanzia. Ogni garanzia  con i dati di prezzo in un periodo di tempo può essere usata per formare un grafico per le analisi.

Sul grafico, l’asse delle y (asse vertical) rappresenta le scale dei prezzi, mentre l’asse delle x (asse orizzontale) rappresenta la scala di tempo.  I prezzi vengono tracciati da sinistra verso destra  sopra l’asse delle x con la traccia più recente ad essere la più lontana a destra.

I vari tipi di grafico:

Gli analisti tecnici usano una grande varietà di grafici per analizzare i movimenti del prezzo, i tre tipi principali sono:

  1. grafico delle linee
  2. grafico a barra
  3. grafico a candeliere

Grafico delle linee

Questo tipo di grafico viene solitamente utilizzato per ottenere una visione “di grandi dimensioni” dei movimenti dei prezzi. Il grafico a linee è formato collegando i prezzi di chiusura in un intervallo di tempo specificato. Alcuni investitori e trader considerano il livello di chiusura più importante di apertura, alto o bassa. Prestando attenzione solo alle oscillazioni di chiusura, in giornata possono essere ignorate. Oggi, questo tipo di grafico è più comunemente visto con i grafici dei fondi comuni, dal momento che hanno solo prezzi di chiusura e nessun movimento in giornata.

Grafico a barra

Forse il metodo di creazione del grafico più popolare è il grafico a barre. Questo tipo di grafico può mostrare il prezzo di apertura, alto, basso e di chiusura di un determinato titolo in un particolare giorno. Ciò può dare ai trader una migliore idea di come lo stock è stato scambiato durante il giorno o della sua volatilità giornaliera

L’aperto, alto, basso e vicino al prezzo di un grafico a barre. L’alto e il basso sono rappresentati dalla parte superiore e inferiore della barra verticale. L’apertura e la chiusura sono rappresentati sulla linea verticale da un trattino orizzontale. La barra di apertura su un tavolo è illustrata. Viceversa, la chiusura è rappresentata dal trattino sulla destra. Una delle principali differenze tra un grafico a linee e un grafico OHLC (aperto, alto, basso e vicino) è che il grafico OHLC può mostrare volatilità.

Grafico a candeliere

Il terzo e ultimo tipo di grafico è il grafico a candeliere. Molti trader apprezzano questo tipo di grafico perchè è simile a un grafico OHLC ma può presentare le informazioni su uno specifico giorno di trading in un format più veloce e più chiaro da capire.

I grafici a candeliere sono molto simili ai grafici OHLC poichè questi forniscono le stesse informazioni , solo in una forma diversa. Il candeliere viene costruito usando una linea orizzontale che sta a indicare l’apertura e la chiusura, e un rettangolo verticale unisce queste due linee per formare il corpo del candeliere. Una sola linea verticale è disegnata nella metà superiore al rettangolo per indicare l’alto e una linea nella parte bassa per indicare il basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RELATED POST

5 errori frequenti che si commettono facendo trading online

Fare trading online permette di guadagnare denaro, a volte si parla anche di molto denaro, ma come tutti sanno, i…