Consigli e suggerimenti per il risparmio energetico negli edifici

La progettazione degli edifici, il loro isolamento, il tipo di infissi sono elementi decisivi per garantire uno standard di vita confortevole. Visto che la maggior parte dei consumi energetici degli edifici è dovuta al riscaldamento e raffrescamento (più del 50%) e considerando la loro lunga durata, porre particolare attenzione a queste caratteristiche strutturali comporta una consistente riduzione dei costi energetici.
Seguendo questi piccoli suggerimenti potrai aumentare l’efficienza energetica e risparmiare denaro.

Coibentazione ed isolamento

  • Se stai pensando di ristrutturare casa, non dimenticare che un corretto isolamento termico assicura significativi risparmi energetici ed economici. Riduci le perdite di calore con i doppi vetri e l’isolamento delle pareti. Il consumo di energia potrebbe ridursi fino al 50%.
  • Assicurati che l’isolamento non presenti fughe d’aria, nelle parti di giunzione o nelle intercapedini.
  • Anche il colore delle facciate esterne è importante, i colori infatti riflettono o assorbono in modo diverso i raggi solari. Ricorda che il bianco e i colori chiari agiscono come riflettori, mentre il nero e le tonalità scure assorbono il calore del sole.

Porte, finestre e sole passivo

Prendendo in considerazione edifici già esistenti, la modifica della struttura dello stabile per migliorare l’isolamento è di solito complicata e non sempre economicamente conveniente; ad ogni modo la sostituzione delle finestre tradizionali con infissi a doppio vetro può migliorare significativamente il confort grazie a minori dispersioni energetiche e ad un migliore isolamento acustico. L’investimento si ripaga abbastanza velocemente.

Se non è possibile sostituire vecchie porte e finestre, si possono comunque adottare diversi accorgimenti per rendere questi edifici energeticamente più efficienti. Per esempio si possono applicare paraspifferi ed isolare porte e finestre per ridurre significativamente le dispersioni.

É consigliabile non usare tendaggi o tende avvolgibili per coprire finestre e vetri durante i mesi invernali, in quanto attraverso le vetrate filtra luce naturale e il calore dei raggi solari può efficacemente contribuire a riscaldare gli ambienti. Inoltre aprite le tende delle finestre esposte a sud, per permettere alla luce solare di illuminare e riscaldare gli interni (vantaggio solare).

Al contrario, d’estate (o nei paesi caldi) se sussiste il problema di surriscaldamento eccesivo degli ambienti, è pertanto necessario difendersi dai raggi solari, è possibile introdurre dei piccoli accorgimenti a basso costo quali l’installazione di tende mobili esterne o interne (le tende veneziane per esempio), o l’uso di piante a foglie caduche che facciano ombra nei mesi caldi ecc.

Suggerimenti per risparmiare energia nell’uso di apparecchiature elettriche ed elettrodomestici

Si possono osservare due semplici accorgimenti di base:

  • Fate attenzione quando comprate un nuovo elettrodomestico, scegliete prodotti ad alta efficienza energetica (come gli elettrodomestici di classe A) e valutate anche la loro potenza (Wattaggio)
  • Usate le apparecchiature elettriche in modo efficiente: non accendetele se non è necessario e spegnetele quando non le usate.

Molte apparecchiature usano piccole quantità di energia anche quando sono spente. Questi ‘consumi fantasma’ (o ‘vampiri elettrici’) si possono registrare in molti apparecchi elettrici, come videoregistratori, televisori, stereo, computer ed elettrodomestici da cucina e si possono quantificare in alcuni wattora per singolo dispositivo.

‘Vampiri di elettricità’ molto comune sono per esempio gli adattatori che non hanno un interrutore. Alcuni prodotti di largo consumo, quali TV o stereo, lo hanno incorporato. Altri usano alimetatori esterni (adattatori, caricabatterie ecc) che sempre più comnpetono per lo spazio negli attacchi e prese multiple di casa. Questi alimentatori consumano energia indipendentemente dal fatto che gli apparecchi siano in funzione oppure no e persino se gli alimentatori sono scollegati dall’apparecchio!

Questi ‘consumi fantasma’ si possono evitare staccando la spina o usando una presa munita di interruttore che si potrà spegnere quando l’apparecchio non è in uso per scollegarlo completamente dalla rete elettrica. Un’altra forma di consumo energetico nascosto è incorporato nella maggiorparte delle apparecchiature elettroniche: si tratta della nota modalità ‘stand-by’, che può essere attivata o disattivata attraverso un telecomando. Si tratta però di una disattivazione puramente virtuale, in quanto un apparecchio in modalità stand-by consuma il 10 – 15% del normale consumo dell’apparecchio.

Pertano si raccomanda di usare il pulsante di spegnimento posto sul dispositivo quando non lo si usa.

Suggerimenti per risparmiare energia (e quindi carburante) quando si usa l’auto

Un proverbio dice: Chi cerca trova…
Questo è un suggerimento apparentemente banale per risparmiare energia, tuttavia molte persone non lo seguono.

ACCELLERA E FRENA DOLCEMENTE:
Accelerare gradualmente dopo uno stop e frenare dolcemente fa risparmiare carburante. Partenze veloci, zigzagate nel traffico e frenate di scatto, comportano un consumo maggiore di carburante. Inoltre si logorano più velocemente alcune componenti del veicolo quali ad esempio freni e pneumatici. Mantenere la distanza di sicurezza aiuta ad anticipare l’andamento del traffico e permette di avere più tempo a disposizione per frenare e accelerare gradualmente.

RALLENTA!
Guidare ad una velocità di 90 km orari invece che 110 km/h permette di risparmiare carburante. L’Agenzia per la protezione dell’ambiente americana (EPA) ha calcolato che, seguendo quest’avvertenza, si può arrivare ad un risparmio di carburante del 10-15%. Mentre ogni veicolo raggiunge il suo consumo ottimale a velocità diverse (o a range di velocità), il consumo di carburante di solito aumenta a velocità superiori ai 95-100 km orari. Cerca anche di tenere una velocità costante, premere su e giù l’acceleratore aumenta il consumo di carburante complessivo. Sulle autostrade usa, non appena possibile, il sistema di controllo automatico della velocità: ti permetterà di risparmiare carburante e di evitare multe per eccesso di velocità.

CEDI IL PASSO A CHI HA UNO STILE DI GUIDA AGGRESSIVO
Lascia passare i conducenti con uno stile di guida troppo aggressivo non appena ne hai l’occasione. E’ la soluzione più semplice. Se li lasci suonare il clacson e lampeggiare dietro di te finiranno per indurti ad uno stile di guida più pericoloso e inefficiente. E’ meglio lasciarli passare, sorridere e proseguire tranquillamente per la propria strada.

CONTROLLA SEMPRE LA PRESSIONE DEI PNEUMATICI:
Gonfia le gomme: mantenere un livello di pressione ottimale nei pneumatici permette di risparmiare fino al 3% di benzina. Pneumatici con una pressione inferiore a quella consigliata causano una riduzione delle prestazioni della tua auto in termini di km percorsi con un litro di benzina, del 7% per ogni atmosfera. Inoltre mantenendo la pressione suggerita dalla casa produttrice, ne guadagneremo in sicurezza e le gomme avranno una maggiore durata.

CERCA DI NON TENERE IL MOTORE ACCESO IN FOLLE A LUNGO:
Tenere il motore acceso in folle significa avere un rendimento di 0 kilometri per litro. Veicoli con un motore più potente di solito sprecano più benzina a motore acceso rispetto a veicoli con motori di bassa cilindrata. E’ inutile scaldare il motore a veicolo fermo. I motori moderni consentono di utilizzare l’auto a freddo, riducendo in tal modo il consumo di carburante. Per i veicoli più vecchi è sufficiente tenere acceso il motore da fermi per 20-30 secondi e quindi partire lentamente e guidare a velocità moderata finché la temperatura del motore non avrà raggiunto il livello ottimale. Per soste superiori ad uno minuto spegni il motore.

SPEGNI L’ARIA CONDIZIONATA:
L’aria condizionata è un toccasana nei torridi mesi estivi, ma usala solo quando è veramente necessario e cerca di utilizzare in alternativa la ventilazione tradizionale. Evita però di aprire i finestrini, ad alte velocità (sopra gli 80 km/h), per non ridurre l’aerodinamica dell’auto e di conseguenza consumare più carburante. A basse velocità è invece preferibile aprire i finestrini. L’aria condizionata, se usata senza moderazione, aumenta di circa l’8% il consumo medio di carburante della tua auto.

PARTI LENTAMENTE
Non partire come un razzo ai semafori, riprendi la marcia lentamente e con tranquillità. Guida come se dovessi tenere in equilibrio una tazza di caffè sul cruscotto!

ANTICIPA:
Non arrivare a razzo agli stop o ai semafori per poi frenare bruscamente. Inoltre, prova ad accelerare prima di raggiungere un dosso e non mentre lo stai percorrendo. Tutti questi piccoli trucchi, ti potranno aiutare a risparmiare carburante!

FAI IL PIENO
Se per rifornirti di carburante ti avvali di stazioni di servizio che non si trovano sul tuo percorso abituale, non limitarti ad introdurre piccole quantità di carburante per esempio l’equivalente di 10 euro. Infatti i continui viaggi verso le pompe di benzina comportano un tragitto maggiore e quindi un maggior consumo di carburante.

STAI LEGGERO!
Evita di tenere bagagli ed oggetti che non ti servono in auto, soprattutto se pesanti. Un peso aggiuntivo di 50 kg in macchina può aumentare il consumo di carburante fino al 25%, consumo che si accumula con l’andare del tempo.

RIMUOVI IL PORTAPACCHI:
Un portasci, portabici o portapacchi carico (o persino vuoto), può aumentare i consumi della tua autovettura fino al 55, a causa della resistenza dell’aria.

ASPETTA CHE TUTTI I PASSEGGERI SIANO SALITI IN MACCHINA!
Non accendere il motore finché tutti non son saliti! Molti conducenti accendono il motore mentre aspettano che i passeggeri arrivino di lì a poco…e qualche volta ciò significa aspettare per qualche minuto, bruciando inutilmente carburante e intossicando chi si trova nelle vicinanze!

RAZIONALIZZA E PIANIFICA I VIAGGI
Fai in modo di razionalizzare e pianificare i tuoi viaggi. La pianificazione ti permetterà infatti di evitare strade congestionate, di tenere il motore al minimo in coda e essere costretto a continui “stop and go”.

PARCHEGGIA ALLA PRIMA OCCASIONE!
Non girare per ore sperando nel parcheggio ideale. Scegli la via più breve fino al primo parcheggio libero e da lì, cammina. Girare in cerca di un parcheggio non fa solo consumare carburante, ma a conti fatti fa perdere più tempo che parcheggiare un po’ più lontano e camminare fino al luogo di destinazione.

PARCHEGGIA AL COPERTO:
Parcheggia in garage o scegli parcheggi coperti quando possibile. Quest’accortezza impedirà al carburante della tua auto di evaporare a causa del caldo, ma permetterà anche di mantenere più fresco l’abitacolo in estate e più caldo in inverno, evitando un uso eccessivo di aria condizionata o dello sbrinatore.